Leonardo e l’astronomia

Il 29 aprile prossimo saranno celebrati 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, l'Uomo del Rinascimento per antonomasia. Spirito inquieto e curioso, onnivoro di tutti i rami del sapere pur sentendosi sempre "omo sanza lettere". Tra i suoi sterminati contributi troviamo pure scritti inerenti l'astronomia e l'ottica ad esempio sulla gravità, vista in maniera simile a una calamita che attrae i corpi celesti, o la prima corretta spiegazione sulla luce cinerea della Luna. Impossibile riassumere il suo genio in poche righe. Qui propongo un lungo articolo, su più pagine, che espone proprio i contributi leonardeschi sull'ottica e l'astronomia.

I commenti sono chiusi